Borgo Di Piedicastello - Guardialfiera (Campobasso)
La più: grande storia della terra, il più: grande evento dei cieli, la sola grande ed interessante avventura dell'umanità:", scriveva Charles Péguy riferendosi alla natività , è allestita a Guardialfiera ogni anno, nel suo borgo antico, odoroso di fieno e di latte, trasfigurato in un lembo di Galilea ed ispirato all'ingenuità ed alla poesia di quattro capitoli del Vangelo di Luca e di Matteo. Lo stupore, perennemente nuovo del Presepe Vivente di "Piedicastello, ha fatto conoscere e definire Guardialfiera: . E' tra i presepi storici del nostro Molise, allestito nel centro storico di Guardialfiera tra case antiche e ristrutturate che conservano la caratteristica della pietra a vista. Il mistero della nascita del Redentore rivive nei vicoli, nelle casupole, negli androni, negli scantinati dove operano filatrici, fabbri, ciabattini, vasai; vi sono bottegai, le carceri, i soldati. E poi i pastori, l'osteria, gli scalpellini, il falegname: scene di ogni luogo e di ogni tempo. La Pro Loco promuove l'iniziativa, giunta alla 29a edizione, che si realizza soprattutto con il coinvolgimento non solo dei giovani, ma praticamente di tutto il paese: i proprietari delle case per l'allestimento delle scene, i bambini, i giovani, gli anziani, che nelle scene recitano se stessi e le proprie attività. Lo scopo è di condurre il visitatore nella Betlemme di 2000 anni fa, rendendolo spettatore e personaggio al tempo stesso. Ci si incammina per la salita di scalini nella quale il 'pellegrino' può ammirare la rappresentazione di antichi mestieri, alcuni dei quali riproducono effettivamente oggetti in terracotta, utensili da cucina e sgabelli in legno. In una scena uno scalpellino lavora la dura pietra come secoli e secoli fa. Il visitatore è accompagnato nel cammino da musiche natalizie e nel giorno dell'Epifania anche dal suono delle zampogne. Lo spirito della carità del Natale si manifesta nell'offerta ai visitatori di fritti di pasta lievitata, di caldarroste, pezzetti di formaggio appena fatto e pizza calda. Alla fine della salita dopo aver osservato e partecipato ad oltre 30 scene e incontrato circa 140 personaggi, si arriva ai piedi della antica cattedrale di Guardialfiera, dove nella Cripta romanica ci accoglie la natività, Gesù Bambino nei panni di un umile bambino accoglie tutti coloro che vogliono incontrarlo. Visto la notevole notorietà dell'evento, che attira circa 15000 visitatori non solo molisani ma anche dalle regioni limitrofe come Puglia, Campania, Abruzzo, Lazio e anche da regioni più lontane come la Toscana e le Marche, la Pro loco ritiene di migliorare e promuovere in maniera maggiore tale evento, che da notorietà alla nostra terra.